Terre Apuane

Indirizzo: via dei Mille 81, Marina di Carrara (MS)
Telefono: 3392017848
Fax: 0585786469
E-mail: emanuele.crudeli@yahoo.it
Sito internet: www.terreapuane.it

Proprietario: Emanuele Crudeli
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): sì, giorni lavorativi Lu-Ven.
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): no
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica): moglie, figlia e cane, nessun coinvolgimento.

Superficie coltivata totale (ettari): 4 ettari
Superficie coltivata a vigneto: 4 ettari
Altre colture (quali): no
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: vino
Proprietà dei terreni (se una parte in affitto, specificarne l’estensione): in affitto

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): Crudeli Emanuele
Agronomo o responsabile conduzione agricola (se consulente, specificarlo): Crudeli Emanuele
Lavoratori fissi (indicare il numero): nessuno
Lavoratori stagionali (indicare il numero): nessuno
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi: nessuno
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: nessuno
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): sì, in occasione della vendemmia

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
Doc Candia secco – Biancheforme
Doc Candia vermentino- Perle Nuvole
Igt Toscana rosso- Vermentino Nero
Doc Candia rosso – Formarossa
Doc Candia rosso barricato – Montesagro

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 14.000
Vendita diretta (specificare se in azienda, mercati, fiere, e la percentuale): no
V Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare la percentuale e in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): no
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): 12.000

Una breve storia dell’azienda: Volevo imparare a fare il viticoltore e ho cominciato a vendemmiare nel Chianti e Montalcino. Poi ho cominciato a cercar lavoro nella mia zona e ho assaggiato tutti i vini e le aziende locali, individuando nel Terenzuola ( Colli di Luni) la migliore azienda vitivinicola . Poi il Terenzuola si è affacciato nel Candia dove ha preso cinque ettari di terra, che nel giro di breve sono stati rilevati dall’Azienda vitivinicola “Vertici e Orizzonti” con cui ho lavorato per quasi tre anni. Nel 2011 però, quei cinque ettari di terra vengano rilevati da me e diventano il mio tesoro: lì produco tutti i miei vini targati Terre Apuane. L’azienda vitivinicola Terre Apuane nasce quindi a Carrara, nel cuore delle Alpi Apuane con l’annata 2011: con la sua cantina sita in località Castelpoggio, interrata per ben 3\4 ad una altitudine di 700 mt è la cantina più alta in Toscana se non in tutta la realtà vitivinicola italiana; qui con una temperatura costante produco i miei vini DOC nelle sue varietà autoctone.

Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche): La coltivazione della vite sulle Colline di Candia fin dai tempi antichi è testimoniata sia dalle secolari terrazze sia da documenti storici che ci raccontano di scambi commerciali di vino avvenuti già nel 200 a.C. Anche la presenza del Vermentino come vitigno principale emerge già da documenti e testi risalenti alla fine del 1800. La denominazione Candia, invece, cominciò ad essere utilizzata solo un secolo fa, associandola a una piccola area sulle pendici del monte Oliviero, anticamente detto “Libero”. Il comprensorio del Candia si estende per circa 800 ettari nei territori dei comuni di Carrara, Massa e Montignoso, di questi 800 ettari circa 300 sono coltivati a vigneto.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali): Esposizione a sud-est con vista mare e spalle coperte dalle Alpi Apuane, decorso primaverile con copiose piogge seguito da un’estate calda.

I miei principi e idealità di produttore: mantenere la mia produzione al 100% di vino locale senza alcun utilizzo di uve, vino, mosti provenienti da altre colture. Rispettare al massimo i cicli naturali della terra in un’ottica di agricoltura biodinamica, escludendo l’uso di diserbanti e limitando al minimo i trattamenti fito-sanitari.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM: contrario alla produzione e all’uso di Ogm

Comments are closed.