Sàgona

Ragione sociale: Azienda agricola Sàgona
Indirizzo: via San Clemente in Valle snc, Loro Ciuffenna (AR)
Telefono: 370 3222170
Fax:
E-mail: info@sagona.it
Sito internet: www.sagona.it

Proprietario: Daniele Corrotti
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): sì, previo avviso
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): un’osteria agrituristica con 25 coperti
Eventuali servizi in azienda (agriturismo, b&b, ristorazione…): agriturismo, 1 appartamento
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: vino, olio.
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica): Giovanni, mio figlio di 4 anni e mezzo, annaffia l’orto (e se stesso), mangia pomodori dalle piante ed assaggia vino. Adora i tappi delle barrique che saltano grazie alla CO2. Ci sono poi mio babbo e mia mamma, un po’ aiutano, un po’ fanno dannare. E mia sorella che si occupa dei numeri che non tornano mai

Estensione terreni (ha): 8
Superficie coltivata a vigneto: 4
Superficie coltivata a oliveto (ettari): 5
Altre colture (quali): olio.
Tipo di conduzione (proprietà/affitto/altro): tutti in affitto.
Tipo di coltivazione (convenzionale, integrato, biologico, biodinamico, con o senza certificazione, altre particolarità): biologica certificata
Eventuali società di certificazione: Suolo e Salute
Eventuale laboratorio di analisi utilizzato: Il Paoletti

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): Federico Staderini (consulente, amico) e Daniele Corrotti
Agronomo o responsabile conduzione agricola (se consulente, specificarlo): Daniele Corrotti.
Lavoratori fissi (indicare il numero): 1
Lavoratori stagionali (indicare il numero): variabile
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi: avventizio
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: avventizio
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): assolutamente no

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
Primi Passi, IGT Toscana Bianco (malvasia bianca e trebbiano);
Gattorosso, IGT Toscana Rosso (sangiovese 80%, malvasia nera, colorino del Valdarno, ciliegiolo, canaiolo);
Fonfon, IGT Toscana Bianco (trebbiano);
Sàgona, IGT Toscana Rosso (sangiovese 80%, malvasia nera, colorino del Valdarno, ciliegiolo, canaiolo).

Numero totale di bottiglie di vino prodotte (mediamente): 15000
Numero totale di litri all’anno d’olio prodotti (mediamente): 1500
Vendita diretta (specificare se in azienda, mercati, fiere, e la percentuale):
Canali distributivi : Ludovica, agente per Arezzo e Firenze. Mamma Mia, piccola distribuzione su Imola e Bologna. Gianmarco ed Edigio, distribuzione su Prato e Pistoia. Antonio Bonanno, distribuzione su Milano. Esportiamo in UK, USA, Giappone ed Australia.
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare la percentuale e in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): no
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): 80000 €

Una breve storia dell’azienda:
L’azienda è nata nel marzo del 2012, è situata a 500 mt slm sulle pendici del massiccio del Pratomagno, in provincia di Arezzo. La conduzione colturale è biologica. I terreni sono tutti in affitto: piccoli poderi contadini organizzati secondo un’agricoltura di sussistenza: accanto ai vigneti si trovano spesso ulivi, seminativi e alberi da frutto.
Le produzioni principali sono l’olio ed il vino: la superficie vitata è costituita da piccoli appezzamenti che non superano l’ettaro, le viti hanno un’età media di 40 anni. Abbiamo un piccolo frantoio aziendale, dove moliamo le nostre olive appena raccolte. Nel 2015 abbiamo aperto all’interno dell’azienda un’osteria.

Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche):
Siamo sulle pendici del Pratomagno, luogo paesaggisticamente stupendo ma a forte rischio di abbandono. Qui siamo nella Toscana minore: bella ma poco conosciuta, attraversata da un turismo discreto.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali):
Buone, anche se negli scorsi decenni, anche qui, l’uso di prodotti chimici e lavorazioni errate hanno fortemente danneggiato i terreni.

I miei principi e idealità di produttore:
Fare l’agricoltore nel miglior modo possibile (rispettare la terra, i lavoratori, i consumatori) e contribuire a custodire un territorio. Mettere al centro del discorso sull’agricoltura il LAVORO. Non limitarsi all’io ma provare a costruire un noi insieme alle altre realtà del territorio, per partecipare dal basso (e a sinistra) alla vita politica di una comunità prevalentemente rurale. A tal fine abbiamo dato vita all’Associazione dei Produttori del Pratomagno.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM: totalmente contrario

Comments are closed.