Vigneti Vallorani

Indirizzo: c.da la Rocca 28, 63079 Colli del Tronto (AP)
Telefono: 347/7305485 328/2738493
Fax: /
E-mail: info@vignetivallorani.com
Sito internet: www.vignetivallorani.com

Proprietario: Rocco Vallorani
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): Si, lun/sab,
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): no
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica): Rocco Vallorani, titolare, enologo, cantiniere, viticultore, vendite; Vallorani Stefano, studente di Enologia, responsabile vigneti, cantiniere, viticultore, vendite. Vallorani Edoardo (fratello minore), studente universitario e collaboratore nelle fasi critiche.

Superficie coltivata totale (ettari): 8
Superficie coltivata a vigneto: 7
Altre colture (quali): olivo
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: Vino e olio
Proprietà dei terreni (se una parte in affitto, specificarne l’estensione): 8

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): Rocco Vallorani
Agronomo o responsabile conduzione agricola (se consulente, specificarlo): Stefano Vallorani
Lavoratori fissi (indicare il numero): 2
Lavoratori stagionali (indicare il numero): 8 (vendemmia)
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi:
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: ticket agrari
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): no

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
Avora, Falerio DOP
Lefric, Marche Bianco IGP
Polisia, Rosso Piceno DOP
Konè, Rosso Piceno Superiore DOP
Zaccarì, Offida DOCG Passerina
Sorlivio, IGP Marche Rosso
Philumene, IGP Marche Rosso

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 20000
Vendita diretta (specificare se in azienda, mercati, fiere, e la percentuale): si
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare la percentuale e in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): no
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): 58.000 euro

Una breve storia dell’azienda: Vigneti Vallorani nascono nel 1963 quando Filomena Fazzini e Livio Vallorani decisero di dedicare il loro futuro alla terra e al vino, che ne è figlio, riscattando i terreni dove la famiglia Fazzini lavorava dal 1905 con un contratto di mezzadria. Nel corso degli anni Livio e, in seguito, suo figlio Giancarlo, hanno continuato a produrre vino e olio per il mercato locale seguendo le antiche tradizioni, che da padre in figlio sono giunte oggi. In una continua crescita, Giancarlo decide di intraprendere la gestione biologica dell’azienda e nel 2005, l’idea di produrre in simbiosi con l’ambiente circostante si fa sempre più forte. Giancarlo ed i figli Rocco e Stefano dal 2010 segnano il passo della loro storia e riprendono la strada dell’olio e del vino, una storia iniziata nel 1905.

Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche): La cantina è situata a Colli del Tronto, piccolo centro agricolo dell’entroterra marchigiano, situato sulle colline tra San Bennedetto ed Ascoli Piceno. Di tradizione contadina il paese conta ora circa 3000 abitanti ed come estenzione in ettari è il più piccolo comune delle Marche.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali): Zona collinare, situata a circa 10 km in linea d’aria dal mare, presenta terreni di medio impasto tendenti all’argilloso. Un elevata lavorazione dei terreni può provocare rischi di erosione e smottamenti.

I miei principi e idealità di produttore: Crediamo che per produrre un vino di qualità si debba partire da un uva di qualità, per questo motivo effettuiamo tutte le pratiche agronomiche in prima persona allo scopo di avere uve mature, sane e con un grande potenziale aromatico. Nelle fasi di vinificazione cerchiamo di intervenire nella maniera meno invasiva possibile sfruttando al massimo il potenziale delle uve ed evitando di accelerare i processi che richiedono più tempo, per questo evitiamo chiarifiche e stabilizzazioni con prodotti di sintesi. L’azienda è stata inoltre ristrutturata allo scopo di ridurre l’impatto ambientale: tutti i locali sono alimentati da un impianto fotovoltaico situato sul tetto della rimessa attrezzi, i locali di affinamento sono realizzati al di sotto del livello del terreno evitando così condizionamenti forzati, tutti i sottoprodotti della vinificazione (bucce, raspi, fecce) sono utilizzati per fertilizzare i vigneti più giovani e le acque di cantina vengono raccolte ed utilizzate per irrigare il giardino che utilizziamo per le degustazioni. Crediamo molto nella filiera corta e nel rapporto di fiducia tra produttore e consumatore, per questo motivo effettuiamo vendita in cantina e cerchiamo di commercializzare i nostri prodotti in prima persona.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM: totalmente contrario.

Comments are closed.