Sa Defenza

Indirizzo: via Sa Defenza n°38 – 09040 Donori (CA)
Telefono: 3450609760 -3475091742
Fax:
E-mail: sadefenzadonori@gmail.com
Sito internet: su instagram e facebook Cantina Sa Defenza

Proprietario: Pietro, Paolo, Anna Marchi
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): si
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): no
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica): tutti siamo coinvolti principalmente Pietro Paolo Anna con gestione delle nostre produzioni sia arboree che erboree, controllo e commercializzazione. Salvatore nostro padre e nostra madre Silvana sempre a lavoro nelle varie attività in azienda.

Superficie coltivata totale (ettari): 30
Superficie coltivata a vigneto: 14
Altre colture (quali): susino, agrumi, pescheto, cereali, ceci, cicerchie
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: si, tutti in base alle produzioni
Proprietà dei terreni (se una parte in affitto, specificarne l’estensione):

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): nessuno
Agronomo o responsabile conduzione agricola (se consulente, specificarlo): no, stiamo sperimentando un metodo sinergico perciò studiamo tanto
Lavoratori fissi (indicare il numero): 3
Lavoratori stagionali (indicare il numero): 12
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi: busta paga
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: busta paga
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza):

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
Cannonau di Sardegna doc Deminera
Le Tre Vigne igt Isola dei Nuraghi Rosso
Syrah igp Isola dei Nuraghi

Vermentino di Sardegna doc Sacava
Sacava sulle bucce igp Isola dei Nuraghi (vermentino)
Maistu igt Isola dei Nuraghi (nuragus)
Rosato igt Isola dei Nuraghi (bovale)
Bianco da Uve Stramature

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 10000-15000
Vendita diretta (specificare se in azienda, mercati, fiere, e la percentuale): si
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare la percentuale e in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): no
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): 58.000 €

Una breve storia dell’azienda: Curiamo le nostre vigne con un metodo naturale senza nessuna lavorazione sul terreno, lasciando crescere le erbe spontanee attenti alla biodiversità per il miglioramento del suolo e quindi per ottenere uve di alta qualità. Grazie a questo tipo di lavorazione osserviamo che le piante convivono con la macchia circostante e si difendono autonomamente, ragion per cui usiamo solamente lo zolfo in polvere per prevenire muffe o altri tipi di fitopatologie. Le uve vengono raccolte a mano e poste in cassette per il trasporto in cantina. Le fermentazioni sono in parte a temperatura controllata in parte a temperatura di cantina in contenitori d’acciaio.
I nostri vini vengono prodotti principalmente da uve della nostra azienda o da vigne vecchie da uve autoctone seguite interamente da noi, la solforosa aggiunta è in minima parte solo come antibatterico, non facciamo alcuna filtrazione e dopo circa 8 mesi di maturazione vengono imbottigliati per un affinamento che va dai due ai dodici mesi in bottiglia prima di essere messe in vendita. 
L’etichetta. Presto presenteremo la nostra produzione 2016 alla quale
abbiamo aggiunto un macerato di Nuragus, un macerato di Vermentino e un bianco secco, macerato da uve stramature.

La nostra azienda produce principalmente uva da vino, ma offriamo agrumi, pesche e susine da agricoltura naturale sulle quali effettuiamo come prevenzione macerati di ortica e macerati di aglio. Presto saremo pronti per la produzione di sapa d’uva, marmellate, confetture e una piccola produzione di ceci, cicerchie e grano duro (Cappelli), la chimica è bandita totalmente.

Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche): Il territorio di Donori è abitato sin dalla preistoria. Vari reperti di età nuragica, tra cui i nuraghi di “Sa Domu e S’Orcu Mannu” e “Guntuxius” testimoniano l’occupazione di queste terre nell’età del bronzo.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali):

I miei principi e idealità di produttore: produrre da colture autoctone senza compromettere troppo il terreno e la macchia mediterranea che ci circonda, cercando di aumentare le biodiversità e soprattutto senza sfruttare le piante ma cercare un equilibrio tra frutto di qualità e raccolta per un alta qualità per la nutrizione e trasformazione artigianale.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM: geneticamente ingegnerizzato, penso dica tutto a riguardo la presunzione umana di migliorare la natura.

Comments are closed.