Tiberi David

Indirizzo: via Vignali Bagnere 5° – Loro Piceno (MC)
Telefono: 3472949426
Fax:
E-mail: tiberi@vinocotto.org
Sito internet: www.vinocotto.org

Proprietario: Tiberi David
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): si sempre su prenotazione
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): no
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica):

Superficie coltivata totale (ettari): 5
Superficie coltivata a vigneto: 2
Altre colture (quali): grano – girasoli – ulivi
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: vino cotto – olio
Proprietà dei terreni (se una parte in affitto, specificarne l’estensione): 1 ettaro vigneto in affitto, altro di proprietà

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): Tiberi David
Agronomo o responsabile conduzione agricola (se consulente, specificarlo): Tiberi Maurizio
Lavoratori fissi (indicare il numero): no
Lavoratori stagionali (indicare il numero): 2
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi: vaucher
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali:
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): no

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
Vino cotto Stravecchio marca Occhio di Gallo (etichetta storica)

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 3000
Vendita diretta (specificare se in azienda, mercati, fiere, e la percentuale): fiere 50% + in azienda 50%
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare la percentuale e in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): no
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): €11.000

Una breve storia dell’azienda: l’azienda si trova sulle colline marchigiane a Loro Piceno in provincia di Macerata a 436 mt slm. Il vigneto 1 ettaro di proprietà e 1 in affitto con vitigni di Verdicchio Montepulciano, Trebbiano, Sangiovese. La maturazione e la raccolta dei grappoli segnano la fine delle fatiche nei campi e l’inizio del lavoro in cantina. La produzione del vino cotto impegna tutta la famiglia per diversi giorni. Si inizia di buon mattino a vendemmiare a mani. I grappoli migliori sono raccolti in cassette, subito portati in cantina e pigiati poi torchiati a forza di braccia. Il mosto così prodotto viene fatto bollire a fuoco diretto e lento in caldaia di rame. Se siamo stati bravi entro mezzanotte il ciclo è terminato. Si passa poi alla fermentazione senza aggiunta di lievi e non controllata.

Nella produzione del vino cotto un’altra importante fase è l’invecchiamento in botti di legno di rovere, la cantina Tiberi vanta botti di Vino Cotto con più di 40 anni.

L’etichetta utilizzata sulle bottiglie di vino cotto di nostra proprietà ha oltre un secolo, vi si legge “Vino Cotto Stravecchio Occhio Di Gallo” questo perché i nostri nonni dicevano che il vino cotto per essere buono deve avere il colore dell’occhio del gallo.

Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche):

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali): l’amministrazione comunale sta costruendo un’isola ecologica al confine con la nostra proprietà dove facciamo la vendemmia, anche se esiste una legge che lo vieta.

I miei principi e idealità di produttore: RISPETTO PER LA TERRA – QUALITÀ DEL PRODOTTO

La mia opinione sull’utilizzo di OGM:

Comments are closed.