Ca’liptra

Indirizzo: VIA SAN MICHELE 21, 60034 CUPRAMONTANA (AN)            
Telefono: 3479320074
Fax:
E-mail: info@caliptra.it
Sito internet: www.caliptra.it

Proprietario: 4 soci (Roberto Alfieri, Giovanni Loberto, Agostino Pisani, Antonella Traspadini)
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): Sì, qualsiasi giorno su prenotazione
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): nessuna
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica): Nessun rapporto di parentela tra i 4 soci, tutto il lavoro è diviso e\o condiviso tra di loro

Superficie coltivata totale (ettari): 7,5 ettari
Superficie coltivata a vigneto: 5 ettari
Altre colture (quali): oliveto, alberi da frutto e erba medica
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: vino e olio
Proprietà dei terreni (se una parte in affitto, specificarne l’estensione): 3,5 ettari di proprietà; 1,2 ettari di vigneto in affitto

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): Giovanni Loberto e Roberto Alfieri
Agronomo o responsabile conduzione agricola (se consulente, specificarlo): Agostino Pisani e Antonella Traspadini
Lavoratori fissi (indicare il numero): 0
Lavoratori stagionali (indicare il numero): 1 (come trattorista), circa 5 (per la vendemmia)
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi:
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: contratti a tempo determinato
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): no

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
“Caliptra” igt Marche Bianco
Verdicchio Classico Superiore doc “Kypra”
Castelli di Jesi Verdicchio Classico Riserva docg “21 San Michele”
“Amista’” igt Marche Rosso

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 12500
Vendita diretta in azienda (specificare si o no):
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare si o no e se si in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): Piccola distribuzione (Caves de Pyrene)
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): NELL’ANNO PRECEDENTE ABBIAMO PRODOTTO 12000 BOTTIGLIE, CON UN FATTURATO DI: 75000 EURO

Una breve storia dell’azienda:
Ca’Liptra nasce solo nel 2012 dal desiderio dei 4 soci, già operanti nel mondo del vino, di mettersi in gioco e iniziare una nuova sfida.
Intorno ai primi giorni di settembre del 2012 viene rilevata l’azienda coi suoi 3,5 ettari di terreno. Si tratta di una realtà contadina: una casa di campagna con all’interno una piccola cantina, semplicemente attrezzata, ma autorizzata alla produzione e vendita di vino.

Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche):
Ci troviamo a Cupramontana, un comune di 5000 abitanti a 500 m s.l.m., nel centro delle Marche, in provincia di Ancona nell’area dei Castelli di Jesi.
Cupramontana è un paese famoso per chi fa vino o perlomeno per chi fa verdicchio, è storicamente considerato la patria del verdicchio.
La nostra azienda si trova in contrada San Michele, dal nostro versante esposto a sud è possibile apprezzare la bellissima vallata della Cesola.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali):
Ci troviamo in aperta campagna, tra colline a vigneto e uliveto, e qualche campo coltivato a grano o girasole. Poche strade, spesso non asfaltate e alcune case di campagna.
Lo stereotipo comune della campagna del centro Italia è qui ben rappresentato

I miei principi e idealità di produttore:
La filosofia alla base di Ca’Liptra è quella di trasmettere le caratteristiche del territorio. Allo stesso tempo di conciliare la volontà di riutilizzare talune vecchie tecniche contadine con la forte passione per la sperimentazione al fine di ottenere un prodotto finale mai scontato.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM:
Non sono per partito contrario alla ricerca, tutt’altro. Credo tuttavia che troppo spesso molti OGM siano stati introdotti e utilizzati senza la dovuta consapevolezza delle possibili conseguenze. Il loro utilizzo in generale mi spaventa un po’, temo che la loro ricerca e il loro conseguente utilizzo siano condizionati più (o solo) dalla sete di denaro che non dalla sete di conoscenza.

Comments are closed.