Sabato 15 giugno 2013 | ore 15.30 Presidio-corteo a difesa del Pagiannunz

572

Written by:

Abbiategrasso | Continua la devastazione ma la controffensiva è forte e gagliarda!

Dopo aver prosciugato buona parte dell’area umida del PAGIANNUNZ (che sta per PArco GIardino dell’ANNUNZiata) adduncendo a fantomatici lavori agricoli nei campi circostanti l’area, i mostri della speculazione/le immobiliari matriosca infinita, la mattina del 9 giugno, domenica, hanno cercato di continuare a devastare la zona con pompe idrauliche e ruspe compiendo strage di tritoni, rane, raganelle, rospi, natrix natrix e altri rettili, uova e ninfe di libellule… non curanti della vegetazione in fiore e della fauna in periodo riproduttivo, violando le norme che vietano di compromettere questi habitat (convenzione di Berna, direttiva di tutela CEE, legge Regionale n10) e devastando abusivamente gli argini inviolabili della roggia cardinala.

I trattoristi (ruspisti) al soldo dei cementificatori travestiti da agricoltori, si sono presentati al Pagiannunz  a cavallo di un trattore da 300 cavalli + fresatore e scortati da un guardione con pick up toyota cercando di cancellare un altro angolo del giardino di carpini, roveri, farnie ecc…
In tutta frettahanno cercato di buttavar giù tutto quello che incontravano. Fino a quando uno di noi non è accorso e ha cominciato a filmare – per questo è stato insultato pesantemente e intimorito –  ma il compagno non ha smesso di filmare ribadendo ai due tizi che stavano commettendo una porcata e che stavano arrivando altre persone – a questo punto i  coraggiosi “agricoltori immobiliaristi” hanno smesso e se ne sono andati.

Ogni giorno cresce la sensibilizzazione e la mobilitazione degli abitanti e si prospetta una bella lotta di resistenza.

Pagiannunz è vivo, riottoso e lotta insieme a noi!!

SABATO 15 ALLE ORE 15.30 PRESIDIO-CORTEO

Un Centro Commerciale contro l’Area Umida

 

Sembra un brutto scherzo del destino, o forse è tutto legato, ma a nemmeno una settimana dalla Festa del Pagiannunz per lo scampato pericolo dello scempio dei palazzoni Sogef, un altro si sta consumando nella zona più pregiata e protetta del Parco Giardino dell’Annunziata ad Abbiategrasso: l’Area Umida.

Da qualche giorno un lavorante agricolo ingaggiato della Essedue Srl di Bergamo sta devastando l’Area Umida, ha già provocato danni gravissimi all’area tra le più pregiate e tutelate da Direttive europee, nazionale e regionali, quella dove vivevano specie rarissime di anfibi, insetti e vegetazione, svuotandola addirittura, almeno ci sono tutti gli indizi, con l’uso di motopompe. Sono stati tagliati filari di alberi senza chiedere nessuna autorizzazione e provocando dei colpi pesanti ad un ecosistema che aveva trovato un suo meraviglioso e raro equilibrio.

Abbiamo parlato con questo lavorante, lui è un professionista ed è stato pagato per fare questo scempio, non vogliamo criminalizzarlo, abbiamo cercato di fargli capire però la gravità di quello che sta facendo e i rischi a cui stanno andando incontro. Lui dice di essere stato incaricato dalla proprietà di rendere questi terreni coltivabili, ma noi sappiamo che il suo committente ha già presentato un piano per la costruzione di un centro commerciale di oltre 15000 metri quadrati, con annessi e connessi. Il progetto di questa immobiliare ci sembra chiaro, far sparire l’Area Umida che potrebbe rappresentare un grosso ostacolo simbolico e concreto, per i loro appetiti speculativi e affaristici.

Dobbiamo fermarli prima che il danno diventi irreparabile, prima di tutto dobbiamo mobilitare tutti i cittadini che si sono mossi per fermare il piano Sogef, coinvolgere direttamente l’Amministrazione cittadina, esplorare tutte le possibili vie, anche legali, per metter loro i bastoni tra le ruote e fermare questo disastro. Vogliamo anche ricordare che questa zona ha ricevuto oltre 1700 segnalazioni al Fai come Luogo del Cuore risultando tra le più votate in Italia entrando nei Luoghi che l’associazione ambientalista sta tenendo in considerazione e monitorando.

Dopo la partecipatissima riunione del comitato dell’altra sera abbiamo deciso già delle azioni tra cui, un presidio che si terrà sabato 15 giugno dalle 15,30 in Piazza Castello ad Abbiategrasso, invitiamo già da ora tutti a partecipare a questo presidio in bicicletta.

Questa settimana ci risulta si dovrebbe tenere un’incontro tra questa immobiliare e l’Amministrazione comunale, noi come Comitato chiederemo ufficialmente di parteciparvi e, se questo ci fosse negato, troveremo il modo di far sapere loro, a nome di tutti i cittadini che ci hanno supportato, quale è la nostra posizione, ossia la netta contrarietà a queste operazioni e ai loro piani di intervento cementizi.

Un centro commerciale di quelle dimensioni oggi ad Abbiategrasso, oltre al danno al paesaggio, all’ambiente e alla nostra qualità della vita, rappresenterebbe un colpo mortale alle centinaia di piccole attività commerciali presenti sul nostro territorio, anche per questo ci dobbiamo muovere, SUBITO!!

Comitato per la Difesa del Territorio Abbiatense “Pagiannunz”

Video e aggiornamenti costanti su:
http://www.inventati.org/pagiannunz/

999890_10200732291042386_774117190_n

Last modified: 20 Ott 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.