18-20 marzo / Enotica. Festival del vino e dell’eros al Forte Prenestino

634

Written by:

C.S.O.A. Forte Prenestino
18-19-20 Marzo 2011

Riceviamo, pubblichiamo, e partecipiamo.

 

Enotica nasce dal desiderio di proseguire il percorso iniziato nella prima edizione di Ttterra e Libertà/Critical wine.Iniziativa che ha avuto tra i suoi principali ideatori l’anarco-enologo Luigi Veronelli.

In questi anni di attività nel nostro piccolo, abbiamo avuto l’ambizioso obbiettivo che era anche quello di Veronelli, di contrastare le catene di distribuzione , sviluppare un senso critico sui prodotti, ritrovare quella sensibilità alla sensorialità, ormai inibita e offuscata dalle grandi multinazionali e dalla propaganda ingannevole. Immaginare insieme un circuito virtuoso tra qualità dell’ambiente, qualità della produzione e qualità delle relazioni sociali.

Ma parlare di Vino vuol dire anche parlare di Cultura, Arte e Storia dei popoli.
Numerose opere letterarie antiche e moderne sono ricche di riferimenti e leggende affascinanti sul legame vino e sessualità. (Anacreonte, Saffo, Ovidio, Galilei, Shakespeare, Baudelaire, Hesse, Neruda ed altri).

La sfera della sessualità, di per sé molto intima e preziosa viene socialmente maltrattata, la maggior parte delle immagini pubblicitarie accostano al prodotto in vendita, un corpo femminile associato ad un significato erotico.
Spesso veniamo messi davanti all’evidenza di un segnale che ci vogliono inculcare, ossia Sesso=Potere.
Anche qui il nostro tentativo è quello di riappropriarci di un significato che nulla ha a che fare con questo SQUALLORE …perchè l’eros appartiene alla sfera interiore piu’ che ha quella esteriore, un corpo vuoto non potrà mai essere sensuale. L’arte non fa distinzioni e non separa così tanto i sensi dal mentale, anzi ogni società che ha sviluppato una sofisticata immaginazione visuale ha rappresentato il sesso in modo più o meno naturalistico, quindi cercheremo al posto della mera nudità esteriore di far emergere una nudità interiore, fondamentale, naturale. Lo faremo con i tanti pittori/pittrici, fotografi/e, fumettisti/e che hanno accettato di partecipare a questa tre giorni e che esporranno le loro opere dividendo gli spazi con i vignaioli critici. L’obbiettivo è quello di stimolare tutti i nostri sensi attraverso il gusto nudo dell’arte e del vino.

L’ENOTICO BOURLESQUE

Il momento Burlesque di Enotica sarà incorniciato dagli interventi comici dei presentatori che ambienteranno gli show nel loro antico contesto: quello del cabaret e dell’avanspettacolo, per un risultato ironico e autoironico tra malizia, piume e paliettes.
Le due starlette della serata saranno due nostrane la biondissima Betty Cuore, il nome è un programma, che vi toglierà il fiato con il suo “umorismo”!
E la bellissima rossa Poivre Noir, mentre faranno da padroni di casa con i loro siparietti retrò Danny Pomata E Ginger Reddish con la partecipzione di Jazz Bikini tutto firmato Bibidi Bobidi Burlesque…
http://bbburlesque.altervista.org/

 

Programma:

Apertura degustazioni e mostre :
Venerdi e Sabato dalle 15.00 alle 22.00
Domenica dalle 12.00 al tramonto.

Venerdi 18:

Spazio centocelle:
Ore 18:  Dibattito: L’Eros ai tempi della crisi tra sesso e potere.
Interviene: Stefano Ciccone dell’associazione nazionale Maschile Plurale

Ore 19:  Brindisi d’apertura

Ore 19,30 : Dog Byron in concerto

Ore 20,30 : Noa Sheref in stylist strip dancer

Ore 21,30: The Angels Blues Quartet in concerto.

Sapazio concerti:

Ore 23,00: Apertura Jazz in Forte 20011
Dado Moroni Trio
Federica Zammaroni Trio

Sabato 19:

Dalle 16.00 in  piazza d’armi: mercato contadino a cura di t/Terra, Genuino clandestino, La ragnatela.

Spazio centocelle:

Ore 19: Dibattito: Le Denominazioni e le Certificazioni  in agricoltura.
Esperienze a confronto e pratiche alternative.

20: Reading di poesie, mimo e musica
“Del disordinato diVin velluto” con Monica Osnato e Mauro Vizioli.

Spazio cinema:

Dalle 18,30 : Porno musicati anni 20.

Spazio concerti.

Ore  22,00: spettacolo di burlesque del gruppo “BIDIBI BODIBI BURLESQUE”

Ore 23.00: SABOT (Jazz core dalla Repubblica Ceca).

Ore 24,00: BELLADONNA (Rock noir).

Domenica 20:

Dalle ore 9,00 al tramonto: mercato contadino a cura di  t/Terra con la partecipazione di Genuino clandestino e la Ragnatela

Ore 17,00 Video – dibattito:
“Un Po di petrolio” Proiezione documentario sul disastro ambientale del fiume Lambro,  dibattito sulla situazione della Valle del Sacco, dell’Aniene e l’emergenza dell’inquinamento delle falde acquifere dei Castelli Romani.

Nel pomeriggio musica dal vivo a cura del TRIO BINARIO, DUBBI FORTI e Manouche session

 

Nei tre giorni esposizione mostre a tema di fotografia, pittura e fumetti

Menù afrodisiaco a cura della Taverna del Forte e di Culinaria.Gnam da Bologna

Last modified: 20 Ott 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.