Nicolini Giorgio

Indirizzo: Loc.Fontanella 26/a, 34015, Muggia (TS)
Telefono: 3403327265
Fax: 040272482
E-mail: nicolinigiorgio.ts@gmail.com
Sito internet: www.nicolinitrieste.com

Proprietario: il medesimo
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): sì, su preavviso
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): no

Superficie coltivata totale (ettari): 2
Superficie coltivata a vigneto: 1
Altre colture (quali): orto ad uso familiare
Eventuali prodotti acquistabili in azienda:

Proprietà dei terreni (se una parte in affitto, specificarne l’estensione): proprietà familiare

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): no
Agronomo o responsabile conduzione agricola (se consulente, specificarlo): no
Lavoratori fissi (indicare il numero): no
Lavoratori stagionali (indicare il numero): no
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi:
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali:
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): no

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
Malvasia IGT Venezia Giulia
Vitovska IGT Venezia Giulia
Eugenio (moscato giallo)
Piccola Nera IGT delle Venezie
Refosco IGT Venezia Giulia
Rosso Nicolini (borgogna nera)

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 6000/7000
Vendita diretta (specificare se in azienda, mercati, fiere, e la percentuale):
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare la percentuale e in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): il vino imbottigliato viene venduto in parte a clienti privati in parte a ristoranti ed enoteche

Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): Vino sfuso: 10 hl
Vino imbottigliato: 5900 bottiglie

Una breve storia dell’azienda: La nostra è una piccola azienda agricola a conduzione familiare, nata e gestita su vecchie tradizioni ereditate dai nonni, per mantenere ancora vivi certi gusti e profumi ormai dimenticati dai più.
Il nostro sforzo è dedito soprattutto nel rigenerare e reimpiantare le vecchie tipologie di viti autoctone, ormai andate perdute quasi del tutto, usando i cloni originali per gli incalmi delle barbatelle.
Cerchiamo di mantenere il più possibile al tradizionale anche i trattamenti antiparassitari e fungicidi in vigna evitando di usare, se proprio non indispensabile per la sopravvivenza della pianta, prodotti sistemici o di lunga carenza.

I miei principi e idealità di produttore: L’uva buona è grazie alla terra, il buon vino è grazie al lavoro e al rispetto che l’uomo ha per essa.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM: Assolutamente negativa!!

Comments are closed.