carne bovina

L’allevamento bovino

N° capi e razza/e: razze “Frisona Italiana”, incrocio “Frisona Italiana”/”Blu Belga”, “Piemontese”. Circa 30 capi

Tipo di allevamento (stabulazione fissa, brado, semibrado): semibrado o stabulazione fissa
Dimensione e tipologia stalla: circa 300mq (due stalle)
Pascolo (giornaliero, altro): no (scelta obbligata per via della micro-realtà dell’azienda anche per quanto riguarda la disponibilità di terreno)
Allevamento in proprio (si/no, se no indicare produttore e luogo): si
Proprietà dei capi (si/no): si

Luogo di nascita dell’animale (se in stalla): in azienda
Nome dell’azienda da cui si acquistano i capi:
Numero medio dei capi allevati: circa 30

Alimentazione animali adulti: fieno di prato stabile ed erba medica; cereali macinati, in parte di produzione propria (mais, orzo), in parte acquistati in granella (mais, triticale, pisello); sali minerali. Non utilizziamo trinciati e insilati, né prodotti transgenici (l’uso del pisello è funzionale alla sostituzione della soia, quasi sempre transgenica)
Alimentazione piccoli: latte di produzione propria. Non facendo uso di latte in polvere per lo svezzamento dei vitelli, facciamo particolare attenzione a diluire con acqua il latte materno per ridurre il rischio di episodi gastroenterici che metterebbero a rischio la vita del vitello. In aggiunta somministriamo una quota di fibre vegetali (fieno) per salvaguardare lo sviluppo del rumine
Colture foraggere praticate e particolarità:
Foraggio prodotto in proprio (tipologia, percentuale):
Eventuale tipo di mangime utilizzato: nessuno
Ditta fornitrice di mangime:

Cura delle malattie (farmacologia tradizionale, omeopatica, ecc): assistenza per i parti complicati; gli animali sono tutti iscritti all’anagrafe bovina e subiscono controlli periodici su sangue e latte. Il nostro allevamento è dichiarato immune da tubercolosi e brucellosi
Eventuali medicinali e/o integratori alimentari dati al bestiame: nessuno (raramente si verificano casi di bronchite nei vitelli appena nati o casi di mastite nelle vacche). Qualora si verificasse la necessità di somministrare antibiotici, manteniamo scrupolosa cura dei tempi di sospensione per la trasformazione del latte e la macellazione
Vaccinazioni (si/no e quali):
Consulenza veterinaria:

Numero medio dei capi abbattuti: se si intende soppressi in media 1 l’anno, se si intende macellati circa 20 l’anno
Macellazione (in proprio o esterna, modalità): esterna
Mattatoio utilizzato (nome e luogo): esterno (c/o F.lli Locatelli a Calcinate, distante 8 km dalla nostra azienda)

La carne bovina

Tagli e tipologie carni prodotte:
Caratteristiche (biologico, biodinamico con o senza certificazione, altre particolarità):
Quantità prodotta/anno (specificare se di differenti tipologie): circa 30 Q
Carne simbolo dell’azienda:

Tempi di maturazione delle carni: frollatura due settimane in cella
Luoghi di conservazione delle carni: in cella

Confezionamento: in sacchetti per uso alimentare con relativa etichetta, pronti per la surgelazione e in porzioni tarate su famiglie di 4 persone. Vendita in cassette isotermiche da 10 o 20 kg (o 5kg per il vitello), comprendenti varietà di tutti i tagli (es. trita, costate, filetto, ossi buchi, ecc.). Per tutti i tipi di taglio è fissato lo stesso prezzo al kg (prezzo medio). Sull’etichetta viene indicato: razza e numero di matricola, luogo di nascita, luogo di allevamento, data di macellazione, data di sezionamento/confezione, codice del macello.

I salumi di bovino

Nome e tipologie salumi prodotti: bresaola (insacco di magatello)
Caratteristiche (biologico, biodinamico con o senza certificazione, altre particolarità):
Quantità prodotta/anno (specificare se di differenti tipologie):

Salume simbolo dell’azienda: bresaola

Tempi di maturazione delle carni:
Luoghi di conservazione delle carni:
Modalità di trasformazione delle carni:
Additivi utilizzati (tipologia e quantità):
Aromi utilizzati (tipologia e quantità):
Provenienza additivi e aromi:
Eventuali certificazioni additivi e aromi:
Tipologia macinazione (meccanica, manuale, ecc.):
Provenienza e tipologia del budello:
Stagionatura (luogo, tempo; temperatura; modalità):

Luogo e modalità di confezionamento:
Tipi di confezioni disponibili:
Luogo e modalità di vendita (azienda, negozi, supermercati, etc.):

Descrizione organolettica e libera

La mia carne è: un prodotto naturale e sano di ottima qualità. Data l’assenza di conservanti e coloranti il prodotto appare di colore naturale e mantiene il proprio volume anche dopo la cottura.

PREZZO SORGENTE

Prezzo sorgente al kg (compreso d’iva):
Incrocio e Frisona Italiana -> 11,00€/kg (10 €/kg + IVA al 10%)
Piemontese -> 13,20€/kg (12 €/kg + IVA al 10%)
Vitello -> 19,00 €/kg (17,27 €/kg + IVA al 10%)
Bresaola -> 20€/kg (peso medio 1,5 kg a pezzo)

Comments are closed.