LA TERRA TREMA 2006

La terra trema, nella Terra che soffre c’è un’umanità che muore.

Il territorio, come ambiente dell’uomo, è sfinito. La forma metropoli (la sua attitudine divoratrice di risorse ambientali, umane, territoriali) è tra i responsabili del degrado ambientale del pianeta, della crescita esponenziale delle nuove povertà nelle periferie di tutto il mondo.

Abbiategrasso e dintorni. Territori con specificità da difendere.
Territori in veloce trasformazione. Trasformazioni paesaggistiche. Insostenibilità sociale, economica e ambientale. Nel nostro piccolo mondo sta entrando il Mondo.
Il centro della metropoli: Milano.
Milano vuole costringerci in tentacoli d’asfalto cambiando quanto ci è abituale.
Il progetto tangenziale Milano- Malpensa distruggerà il nostro territorio.
Centinaia di capannoni per la grande distribuzione. Centri commerciali. Imprese improbabili.
Giovani atipici, precari, immigrati delegittimati d’ogni parvenza di diritto.
Chiudono le grosse fabbriche metalmeccaniche. Crollano le vecchie cascine tra i campi.

E’ vitale fermare questa devastazione.

E’ fondamentale riuscire ad attivare e sviluppare nuove forme di società e di economia solidale. E’ necessaria la ricostruzione di uno spazio pubblico attraverso l’autogoverno della società locale.
Nostro compito è la creazione di nuove forme di cura dell’ambiente e del territorio.

I frutti della terra (come li si coltiva, come li si distribuisce, come li si consuma) possono/devono salvare la Terra.

Comments are closed.