Dolcetto d’Alba Madonna del Solaio

Annata: 2021

La viticoltura

Nome vigneto/i: madonna del solaio
Superficie: 1 ha
Suolo: calcareo-marnoso
Esposizione dei filari: sud-est
Altitudine: 500 m s.l.m.

Vitigno/i: dolcetto
Portainnesto/i: rupest
Forma di allevamento: guyot
Anno d’impianto: 1965
Densità d’impianto: 3200 ceppi/ha
Produzione per ceppo: 4 kg/pianta
Produzione per ettaro: 90 q/ha

Trattamenti: rame e zolfo, 8-10 giorni
Fertilizzanti: autunno e primavera, con prodotti organici
Data inizio vendemmia: 2021-09-15
Modalità di vendemmia: manuale, in cassetta
Utilizzo di uve acquistate da terzi: no
Certificazioni: The Green Experience
Eventuali notizie aggiuntive inerenti la viticoltura:

L’enologia

Modalità di diraspatura e pigiatura: meccanica
Modalità di pressatura: soffice
Vinificatori in: cemento e inox

Macerazione: da 6 a 8 giorni, 25-28 gradi
Anidride solforosa e/o acido ascorbico: dopo la malolattica, 4gr/hl solforosa
Utilizzo di lieviti selezionati: no
Metodologia di stabilizzazione: fuori al freddo
Filtraggi: cartoni sterili
Chiarifiche: no

Affinamento in acciaio: 4 mesi ca.
Affinamento in bottiglia: 3 mesi

Eventuali correzioni: no
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: no
Utilizzo di concentratore: no
Pratiche di “salasso”: no
Resa uva/vino: 69%

Numero di bottiglie prodotte: 5000
Tipologia bottiglia: bordolese
Tappo in: sughero

Destinazione delle vinacce: distilleria
Produzione di grappe o distillati: no

Le caratteristiche chimiche

Titolo alcolometrico: 12,5 %
Acidità: 5,6 g/l
Ph: 3,6
Estratto secco: g/l
Anidride solforosa libera: mg/l
Anidride solforosa totale: mg/l

Descrizione organolettica e libera

Il mio vino è:
un ottimo accompagnamento per i piatti principali di un menù tipicamente piemontese. All’olfatto emergono i sentori di frutti di bosco e viole.

PREZZO SORGENTE

Prezzo sorgente relativo alla bottiglia: 6 €

Comments are closed.