Olio Il Petroso

Campagna olivicola (anno): 2018/2019

L’olivicoltura

Varietà: Frantoio, Leccino, Dolce Agogia, Moraiolo e Pendolino
Comune/i di produzione: Piegaro

Superficie uliveto: 4 ha
N° piante di olivo: 1200
Età degli olivi: età media 40 anni
Sesto di impianto e cultivar: 6×5
Esposizione – altitudine: 320 m slm

Tipo di coltivazione (convenzionale, integrato, biologico, biodinamico, con o senza certificazione, altre particolarità): biologico certificato
Eventuali società di certificazione: ICEA
Eventuale laboratorio di analisi utilizzato: 

Quantità di olive prodotte nell’ultima campagna olivicola: 30 q.li
Trattamenti eseguiti nell’ultima campagna olivicola (principio attivo e n° trattamenti):  2 di rame con boro in  prefioritura  e primi agosto, 1 spintorfly a metò agosto
Concimazioni eseguite nell’ultima campagna olivicola (principio attivo e n° concimazioni):
Lavorazioni eseguite nell’ultima campagna olivicola (decespugliatura, taglio dei polloni etc): taglio erba, potatura ordinaria in parte degli oliveti e potatura estiva in luglio
Mesi della raccolta delle olive dell’ultima campagna olivicola (da/a): da metà ottobre a metà novembre.
Metodo di raccolta: abbacchiatori pneumatici ed elettrici, nel caso del monovarietale di Moraiolo che abbiamo provato questo anno per la prima volta tutto raccolto a mano

La frangitura

Nome e sede del frantoio utilizzato nell’ultima campagna olivicola: Carlo Peltristo, Pietrafitta (PG)
Distanza tra luogo di raccolta e il frantoio (distanza media): 3 km
Tempi di consegna delle olive raccolte (giornaliero, altro): da 1 a massimo 2 gg
Modalità di stoccaggio delle olive (cassoni, piazzale coperto, area manovra dei mezzi):  casette  forate da ca 22 kg
Modalità di estrazione/frangitura: a ciclo continuo 2,5 fasi, frangitura a dischi a freddo

Tempi medi di trasformazione (da consegna olive a frangitura): max 2 gg anche se le olive vengono scaricate nel cassone solo prima di iniziare la molitura proprio per evitare che le olive si ammassino sui cassoni
Modalità di stoccaggio dell’olio extravergine molito: botte acciaio inox
Quantità di olio extravergine di oliva prodotto nell’ ultima campagna olivicola: per la 2018 stiamo ancora raccogliendo e stimo una produzione di circa 1700 litri
Luogo, modalità di stoccaggio dell’olio extravergine (silos, cisterne, interni, esterni, altro): botte inox in una stanza del frantoio (che me lo stocca per questioni di spazio in azienda)

Luogo e modalità di confezionamento: in azienda
Tipo di confezione utilizzate (da 1/3/5 litri, lattine, vetro, altro): da bott da 0,25 a 0,75 l, lattine da 3 e 5 l

Caratteristiche chimiche (acidità, perossidi): ancora non le ho fatte per questo anno 

Descrizione organolettica e libera

Il mio olio è (dolce, piccante, fruttato, ecc.): verde, piccante, amaro e fruttato (poi dipende molto dalla stagione)

PREZZO SORGENTE

Prezzo sorgente al litro: 12 € / litro in lattina da 5 o 3 l
Prezzo medio confezione (imballo+etichetta): 12 € / litro
Prezzo totale (riferito alla confezione, specificare la dimensione): 12 € / litro
Costi di spedizione (da aggiungere al prezzo totale): in base al peso

 

P.s. Questo anno abbiamo realizzato per prima volta due monovarietali di Dolce Agogia e Moraiolo che confezioneremo in bott da 0,25 (stessi procedimenti descritti sopra ad eccezione del Moraiolo che è stato raccolto a mano), ma ad oggi non ho ancora strutturato il packaging e prezzo

Comments are closed.