Etna Bianco doc Valcerasa

Annata: 2013

La viticoltura

Nome vigneto/i: Calderara
Suolo: Sabbie vulcaniche ricche di scheletro a reazione sub acida
Esposizione dei filari: nord sud
Altitudine: 750 mslm

Vitigno/i: Carricante
Portainnesto/i: 1403 Paulsen
Forma di allevamento: controspalliera
Età media delle viti: 10 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 6000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1,3
Produzione per ettaro (q/ha): 80

Trattamenti (tipologia e frequenza): Zolfo ramato al 5% (1 trattamento a inizio giugno)
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): Concime organico ogni 2 anni + sottoprodotti della lavorazione dell’uva( raspi, vinacce)
Data inizio vendemmia: seconda metà di ottobre
Modalità di vendemmia (indicare se manuale o meccanica, e se manuale indicare se in cassetta, in cassone, in rimorchio): manuale in cassette da 20 Kg
Utilizzo di uve acquistate da terzi (se sì, in che percentuale):
Certificazioni (biologica, biodinamica, altro): Cerificazione ICEA biologica
Eventuali notizie aggiuntive inerenti la viticoltura: la gestione del suolo viene effettuata con due lavorazioni invernali  e con lo sfalcio delle piante nel periodo primaverile/estivo.

L’enologia

Modalità di diraspatura e pigiatura: Diraspatura meccanica
Modalità di pressatura: con pressa pneumatica a 2 atmosfere (soffice)
Vinificatori in (materiale): Acciaio
Macerazione (durata e temperatura, specificare se controllata): solo in una piccola vasca da utilizzare come pied de cuve.
Anidride solforosa e/o acido ascorbico (quantità e momento di aggiunta): solo metabisolfito di potassio 6gr/hl in vinificazione+ 2 gr/hl per il primo travaso e 1 gr/hl per i travasi negli anni.
Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): No, solo lieviti presenti sull’uva
Metodologia di stabilizzazione: Il vino trascorre 2 anni in cantina prima di essere imbottigliato, qiundi la stabilizzazione avviene a freddo (invernale)
Filtraggi (se sì, tipologia): solo se necessario
Chiarifiche (se sì, tipologia): no

Eventuale affinamento in acciaio (durata)sur lies per 2 anni
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e  n° passaggi): no
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): 2 mesi, ma il vino continua ad evolversi in bottiglia
Eventuali correzioni: no
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: no
Utilizzo di concentratore: no
Pratiche di “salasso”: no
Resa uva/vino (%): 60%

Numero di bottiglie prodotte: 12.000
Tipologia bottiglia (borgognona, bordolese, alsaziana, albeisa etc): bordolese
Tappo in (materiale): sughero

Destinazione delle vinacce:  ammendanti in azienda
Produzione di grappe o distillati (si o no): no
Quantità:
Luogo e modalità di distillazione:

Le caratteristiche chimiche

Titolo alcolometrico: 13
Acidità (g/l): 6
Ph: 3,1
Estratto secco (g/l): 22
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 24
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 45

Descrizione organolettica e libera

Il mio vino è: interessante

PREZZO SORGENTE

Relativo alla bottiglia, indicare il prezzo sorgente compreso d’IVA: € 12

Comments are closed.