Menfi doc Perricone Microcosmo

Annata: 2016

La viticoltura

Nome vigneto/i: Microcosmo
Suolo: argilloso, di origine alluvionale
Esposizione dei filari: nord-sud
Altitudine: 20-30 metri slm

Vitigno/i: perricone (circa 90%) e nerello mascalese (circa 10%).
Portainnesto/i: 1103P
Forma di allevamento: Guyot
Età media delle viti: 10 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 4.500
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1,3
Produzione per ettaro (q/ha): 60

Trattamenti (tipologia e frequenza): due trattamenti di zolfo ramato, due di scorrevole. La frequenza è quando serve, cioè quando lo richiedono le condizioni atmosferiche e l’accrescimento dei germogli. Difficilmente lo zolfo viene passato dopo l’inizio di giugno, perché c’è troppo caldo.
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): Sovescio, 1 volta l’anno
Data inizio vendemmia: 22 settembre 2016
Modalità di vendemmia (indicare se manuale o meccanica, e se manuale indicare se in cassetta, in cassone, in rimorchio): manuale in cassetta
Utilizzo di uve acquistate da terzi (se sì, in che percentuale): no
Certificazioni (biologica, biodinamica, altro): Biologica, certificata da Suolo e Salute
Eventuali notizie aggiuntive inerenti la viticoltura: E’ una vigna mista e viene trattata come un’entità unica. Le viti di perricone e nerello mascalese sono mescolate tra di loro e convivono perfettamente in equilibrio nella stessa vigna.

L’enologia

Modalità di diraspatura e pigiatura: utilizzo di una pigiadiraspatrice
Modalità di pressatura: pressa soffice pneumatica a polmone
Vinificatori in (materiale): acciaio
Macerazione (durata e temperatura, specificare se controllata): 10 giorni, a temperatura controllata (circa 23-25 gradi)
Anidride solforosa e/o acido ascorbico (quantità e momento di aggiunta): solforosa, 6 g/q.le a fine malolattica, 5 g/q.le all’imbottigliamento – no acido ascorbico
Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): solo fermentazione spontanea sia per la fermentazione alcolica che per quella malolattica
Metodologia di stabilizzazione: dopo l’affinamento in legno il vino è stabile.
Filtraggi (se sì, tipologia): no
Chiarifiche (se sì, tipologia): no

Eventuale affinamento in acciaio (durata): no
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e n° passaggi): barriques molto usate (oltre l’8° passaggio) per la malolattica, acciaio per l’affinamento
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): minimo 6 mesi
Eventuali correzioni: solforosa all’imbottigliamento
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: no
Utilizzo di concentratore: no
Pratiche di “salasso”: no
Resa uva/vino (%): 65% circa

Numero di bottiglie prodotte: 2.500
Tipologia bottiglia (borgognona, bordolese, alsaziana, albeisa etc): borgognona
Tappo in (materiale): sughero

Destinazione delle vinacce: distilleria
Produzione di grappe o distillati (si o no): no
Quantità:
Luogo e modalità di distillazione:

Le caratteristiche chimiche

Titolo alcolometrico: 13%
Acidità (g/l): 6,00
Ph: 3,52
Estratto secco (g/l): 34,40
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 15
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 67

Descrizione organolettica e libera

Il mio vino è: tannico, intenso, scontroso. Un vitigno poco “meridionale”. Il vino ha molte asperità e poche dolcezze, va gestito, assecondato, lasciato riposare senza avere fretta. Dimentichiamoci i frutti rossi e le rotondità piacione del nero d’avola. Il perricone è erba e spezia, terra, metallo. E’ sottobosco, argine di fiume, è quello che senti sulla spiaggia dopo la pioggia quando è ancora un po’ bagnato e tira vento e il sale ti rimane appiccicato addosso.

PREZZO SORGENTE

Relativo alla bottiglia, indicare il prezzo sorgente compreso d’IVA: € 15,00

One Response to " Menfi doc Perricone Microcosmo "

  1. antonino ha detto:

    ciao, io sono nelle stesse condizioni tue..ho della terra e ho deciso di piantare le barbatelle e fare vino locale..premetto mi trovo nelle colline fra palermo e agrigento e la mia zona non è conosciuta per produzione di vino.io volevo riprendere i vecchi vitighi ed in particolare valorizzare il perricone e il nero canino o canina..volevo fare un vino particolare..spero di riuscirci..saranno bene accetti suggerimenti e potremmo scambiarci punti di vista..io pianterò circa 400 viti, non di piu per fare vino per me ed amici..poi si vedra..a presto e spero che potremmo metterci in contatto per scambiare opinioni e idee..