Desgenà

Annata: 2015

La viticoltura

Nome vigneto/i: Comuni di Settimo Rottaro, Azeglio e Loranzè in Canavese
Suolo: Collinare di origine morenica, costituito da sabbia argillosa con rilevante presenza di ciottoli
Esposizione dei filari: sud, sud-ovest
Altitudine:250-350

Vitigno/i: Barbera 70%, Freisa 30%
Portainnesto/i: non sono noti, trattandosi di vecchi impianti
Forma di allevamento: Tradizionale pergola canavesana semplice, potatura manuale
Età media delle viti: 30 -50
Densità d’impianto (ceppi/ha): 2000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 2kg
Produzione per ettaro (q/ha): 40

Trattamenti (tipologia e frequenza): Lotta antiparassitaria mirata, escluso l’uso di prodotti sistemici
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): residui di potatura e sfalci
Data inizio vendemmia: 26 settembre2015
Modalità di vendemmia (indicare se manuale o meccanica, e se manuale indicare se in cassetta, in cassone, in rimorchio): a mano, in cassette forate
Utilizzo di uve acquistate da terzi (se sì, in che percentuale): no
Certificazioni (biologica, biodinamica, altro): no
Eventuali notizie aggiuntive inerenti la viticoltura: inerbimento spontaneo totale

L’enologia

Modalità di diraspatura e pigiatura pigiadiraspatrice
Modalità di pressatura: viene utilizzato solo mosto fiore
Vinificatori in (materiale): vasche aperte in acciaio
Macerazione (durata e temperatura, specificare se controllata): Fermentazione spontanea del mosto diraspato, macerazione con bucce di 14 giorni, in seguito, travasato in legno, ha svolto fermentazione malolattica, non si interviene sulle temperature
Anidride solforosa e/o acido ascorbico (quantità e momento di aggiunta): periodico controllo dei valori di solforosa per mantenere un minimo di solforosa libera, normalmente aggiunta a fine malolattica e in imbottigliamento
Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): no
Metodologia di stabilizzazione:
Filtraggi (se sì, tipologia): no
Chiarifiche (se sì, tipologia): no

Eventuale affinamento in acciaio (durata): no
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e n° passaggi):barrique, mediamente di quarto passaggio
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): 5 mesi
Eventuali correzioni: no
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: no
Utilizzo di concentratore: no
Pratiche di “salasso”: no
Resa uva/vino (%): 60

Numero di bottiglie prodotte: 540
Tipologia bottiglia (borgognona, bordolese, alsaziana, albeisa etc): bordolese
Tappo in (materiale): sughero

Destinazione delle vinacce: distillazione per terze parti
Produzione di grappe o distillati (si o no): no
Quantità:
Luogo e modalità di distillazione:

Le caratteristiche chimiche

Titolo alcolometrico: 13,80 % vol
Acidità (g/l): 7,15 g/l
Ph: 3.36
Estratto secco (g/l):
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 25
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 57 ppm

Descrizione organolettica e libera

Il mio vino è: Vendemmiate a piena maturazione, le uve sono rimaste a fermentare spontaneamente con le loro bucce, senza l’aggiunta di lieviti e senza influenzare la temperatura. Gli zuccheri del mosto sono stati totalmente svolti in alcool. Separato dalle bucce, il vino ha proseguito il suo processo di fermentazione in legno dove è rimasto per un anno.

Descrizione: Fruttato, denso con sentori di prugna, mora e marasca

Abbinamenti: Antipasti piemontesi, primi elaborati, carni

Temperatura di servizio: 16-18 °C

PREZZO SORGENTE

Relativo alla bottiglia, indicare il prezzo sorgente compreso d’iva: € 10

 

Eventuali altre considerazioni:

Comments are closed.