Friuli Colli Orientali doc Ognicost (verduzzo secco)

Annata: 2017

La viticoltura

Nome vigneto/i: Ognicost
Superficie (ha): 0,4
Suolo: flysh(marne-arenarie)
Esposizione dei filari: sud-est
Altitudine: 200

Vitigno/i: verduzzo friulano-Picolit
Portainnesto/i:
Forma di allevamento: cappuccina doppia
Età media delle viti: 80
Densità d’impianto (ceppi/ha): 3500
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1,5
Produzione per ettaro (q/ha): 42

Trattamenti (tipologia e frequenza): biologici-Media 10 trattamenti all’anno
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): no
Data inizio vendemmia: fine settembre
Modalità di vendemmia (indicare se manuale o meccanica, e se manuale indicare se in cassetta, in cassone, in rimorchio): manuale in cassetta
Utilizzo di uve acquistate da terzi (se sì, in che percentuale): no
Certificazioni (biologica, biodinamica, altro): agricoltura biologica
Eventuali notizie aggiuntive inerenti la viticoltura: piante storiche

L’enologia

Modalità di diraspatura e pigiatura: meccanica
Modalità di pressatura: pressa pneumatica
Vinificatori in (materiale): inox- barrique
Macerazione (durata e temperatura, specificare se controllata): fermentazione 15 giorni senza controllo temperatura
Anidride solforosa e/o acido ascorbico (quantità e momento di aggiunta): aggiunta anidride solforosa dopo la fermentazione alcolica
Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): si, utilizzati anche per le rifermentazione, saccharomyces cerevisiae
Metodologia di stabilizzazione: naturale
Filtraggi (se sì, tipologia): sgrossante con filtro a cartoni
Chiarifiche (se sì, tipologia): Se necessario bentonite per la stabilità proteica anche se si preferisce non utilizzarla( il vino verrà imbottigliato a fine giugno). Essendo il verduzzo una uva ricca di tannini difficilmente presenta una instabilità proteica

Eventuale affinamento in acciaio (durata): parziale 1 anno
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e n° passaggi): barrique 2° e 3° passaggio di rovere francese
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): 2-3 mesi
Eventuali correzioni: no
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: no
Utilizzo di concentratore: no
Pratiche di “salasso”: no
Resa uva/vino (%): 70

Numero di bottiglie prodotte:
Tipologia bottiglia (borgognona, bordolese, alsaziana, albeisa etc): borgognotta
Tappo in (materiale): sughero

Destinazione delle vinacce: conferimento in distelleria
Produzione di grappe o distillati (si o no): NO
Quantità:
Luogo e modalità di distillazione:

Le caratteristiche chimiche

Titolo alcolometrico: 13
Acidità (g/l): 5,68
Ph:
Estratto secco (g/l):
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 20
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 70

Descrizione organolettica e libera

Il mio vino è:
– olfatto note di fiori di tiglio
– al gusto una buona acidità e lunghezza dovuta al tannino

PREZZO SORGENTE

Relativo alla bottiglia, indicare il prezzo sorgente compreso d’iva: 23 €

Eventuali altre considerazioni: La storia racconta che il verduzzo e picolit era presente anche in una versione secca, noi usiamo le uve delle nostre piante storiche di picolit e verduzzo per riproporlo in un uvaggio bianco.

Comments are closed.