Tempo dopo Tempo igt Beneventano Bianco

Annata: 2015 (bianco macerato)

La viticoltura

Nome vigneto/i: vigna veneri vecchio
Suolo: argilloso con elmenti tufacei di origine vulcanica
Esposizione dei filari: est – ovest
Altitudine: 200 sml

Vitigno/i: 50% Grieco, 50% Cerreto
Portainnesto/i: vigna antica non determinato
Forma di allevamento: spalliera
Età media delle viti: 30 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 3000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 2,4
Produzione per ettaro (q/ha): 70

Trattamenti (tipologia e frequenza): macerati di piante (ortica, equiseto ecc.) prodotti che mirano a stimolare le difese naturali delle viti.
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): sovescio o organici (comunque rari)
Data inizio vendemmia: III decade di settembre
Modalità di vendemmia (indicare se manuale o meccanica, e se manuale indicare se in cassetta, in cassone, in rimorchio): manuale in cassette
Utilizzo di uve acquistate da terzi (se sì, in che percentuale): si da conferitori di fiducia circa il 50%
Certificazioni (biologica, biodinamica, altro): vini naturali
Eventuali notizie aggiuntive inerenti la viticoltura: lo scopo delle attenzioni in vigna e il ripristino e il mantenimento della fertilità naturale dei vigneti

L’enologia

Modalità di diraspatura e pigiatura: diraspapigiatrice
Modalità di pressatura: torchio classico con gabbia in legno
Vinificatori in (materiale): in acciao
Macerazione (durata e temperatura, specificare se controllata): bianco macerato sulle bucce: 7 -8 gg di macerazione sulle bucce, a fermentazione avviata si separano dalla componente liquida che continua da sola la fermentazione per 15-20 gg.. Il controllo della temperatura viene fatto naturalmente (cantina seminterrata), agendo soprattutto sui volumi e eventualmente su raffrescamento dell’ambiente.
Anidride solforosa e/o acido ascorbico (quantità e momento di aggiunta): siamo giunti ad eliminare la solforosa e metterla solo se si presenta la necessità prima di imbottigliare.Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): fermentazioni spontanee per tutti i vini
Metodologia di stabilizzazione: nessuna, solo il tempo e frequenti batonnage sui lieviti di fermentazione
Filtraggi (se sì, tipologia): non filtrato
Chiarifiche (se sì, tipologia): no

Eventuale affinamento in acciaio (durata): si circa 8 mesi e più (va comunque valutato )
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e n° passaggi):
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): si, circa 2 mesi
Eventuali correzioni: no
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: no
Utilizzo di concentratore: no
Pratiche di “salasso”: no
Resa uva/vino (%): circa 60-65%

Numero di bottiglie prodotte: 2500
Tipologia bottiglia (borgognona, bordolese, alsaziana, albeisa etc): bordolese
Tappo in (materiale): sughero

Destinazione delle vinacce: distillazione
Produzione di grappe o distillati (si o no): no
Quantità:
Luogo e modalità di distillazione:

Le caratteristiche chimiche

Titolo alcolometrico: 11,5
Acidità (g/l): 5,7
Ph: 3,4
Estratto secco (g/l): 24
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 6
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 14

Descrizione organolettica e/o libera

Il mio vino è: colore intenso dorato, olfatto lungo floreale, nonché fruttato come agrumi e banana con evoluzioni continue durante l’assaggio, gusto pieno e sapido, bel corpo, lungo all’assaggio. Prevalgono gusti fruttati e floreali che risultano avvolgere il palato, giusta acidità che lo rende brioso e fresco. Non va bevuto a temperature troppo basse; sui 14-16 °C

PREZZO SORGENTE

Relativo alla bottiglia, indicare il prezzo sorgente compreso d’IVA: 8.00 €

Comments are closed.