Masseria Perugini

Indirizzo: c/da Prato, 87018, San Marco Argentano (CS)
Telefono: 3295353043
Fax:
E-mail: info@masseriaperugini.itgiampiero@masseriaperugini.it
Sito internet: www.masseriaperugini.it

Proprietario: Pasquale Perugini – Giampiero Ventura
Possibilità di visitare l’azienda: ogni giorno basta preavviso
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): agriturismo max 45 coperti – n 7 camere
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica): Giampiero si occupa della coltivazione della vigna fino alla cantina, Daniela è la compagna di Giampiero e vinifica in cantina e imbottiglia.

Superficie coltivata totale (ettari): circa 60
Superficie coltivata a vigneto: 5
Altre colture (quali): grano duro “senatore cappelli” 3 ha e “timilia 2 ha, olive da olio 20 ha, 4 ha destinati a frutteto e ortaggi per l’ autoconsumo dell’agriturismo, il resto destinato al pascolo delle pecore e bosco.
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: vino, olio, pasta di semola di grano duro, salumi e confetture.
Proprietà dei terreni: i terreni sono di proprietà

Enologo o responsabile di cantina (se consulente, specificarlo): Daniela De Marco è responsabile di cantina.
Agronomo o responsabile conduzione agricola: Giampiero Ventura – Pasquale Perugini
Lavoratori fissi: 6
Lavoratori stagionali: max 10, dipende dalla raccolta delle olive che in media avviene ogni 2 anni
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi: contratto di lavoro in agricoltura n 2 persone a tempo determinato per 102 giornate di lavoro, n 3 persone a tempo indeterminato, n 1 persona part – time.
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: assunzione in agricoltura per 51 giornate agricole
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): no

Vini prodotti (Denominazione e cru o nome di fantasia):
Vivavi rosso
Vivavi bianc
Manca del rosso (nome della particella e usato per il vino rosato)
Vino rosato rifermentato in bottiglia (senza nome perché è questa la prima annata)
Vino bianco rifermentato in bottiglia (senza nome perché è questa la prima annata)
Pimi un rosso da invecchiamento (prima annata il 2015).

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 12000
Vendita diretta (specificare se in azienda, mercati, fiere, e la percentuale): 10% in azienda
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare la percentuale e in quali catene, per esempio Coop, Eataly, ecc.): 25% alce nero per le pizzerie “berberè”
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): 3000 bottiglie per € 20000 di fatturato anno in corso

Una breve storia dell’azienda:
L’Azienda Agricola Perugini, già attiva nei primi anni del Novecento, è una delle più longeve realtà agricole della provincia di Cosenza. Qui da oltre 100 anni produciamo: vino, olio, fichi, agrumi, grano,
farine ecc. E tutto in un costante rispetto del Territorio e della Natura. L’azienda agricola ha la certificazione BIO dal 1998, persegue una politica di sviluppo sostenibile promuovendo l’utilizzo di
materiali eco-solidali e di fonti di energia alternativa. Parte dei fabbricati annessi all’Azienda Agricola che compongono la Masseria, oggi sono adibiti ad Agriturismo ed a Bed & Breakfast.
L’ azienda è composta da me Daniela e Pasquale.

Io in passato mi occupavo della gestione delle risorse umane di un grosso gruppo della GDO operante nel sud Italia, Daniela laureata in storia e Pasquale dott. in economia e commercio. Tutti e tre accomunati da grande passione per l’ agricoltura e soprattutto per i vini, ci dedichiamo totalmente a questa attività che per noi rappresenta l’ attaccamento alle radici oltre alla responsabilità di restituire alle persone che lavorano in azienda, figli e nipoti di ex dipendenti in pensione, un reddito in un territorio che si spopola continuamente a causa di un sistema politico ed economico basato sul clientelismo e sul malaffare.
Io mi occupo del vigneto e della coltivazione del grano. La mia compagna Daniela fa il vino in cantina.
Pasquale si occupa della coltivazione degli ulivi seguendo tutta la filiera fino al confezionamento.

Cenni storici e geografici sul territorio:
L’ azienda agricola Perugini è attiva dagli inizi del 900 e si estendeva per circa 250 ha; il centro aziendale è rappresentato da un casolare costruito nel 1849 sulle antiche rovine di un’ abbazia di monaci cistercensi presenti nella zona fin dal 1060. intorno al casolare l’ azienda che è un vero e proprio borgo abitato fino alla fine degli anni 70 da ben 10 famiglie e oggi convertito ad agriturismo, b&b, cantina ecc., fino alla fine degli anni 70 dava lavoro a 110 persone e oltre all’ olio, vino e grano si producevano e trasformavano i fichi con i quali l’ azienda esponeva all’ expo di Parigi del 1900 come testimoniano le etichette ritrovate in azienda.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali):
L’azienda si trova in territorio collinare ed è collocata tra 200 e 400 slm. l’ uliveto e i vigneti sono piantati su terreni in pendenza in un area interessata da perenne microventilazione. i vigneti esposti a sud , una parte su terreni argillosi e calcarei un’ altra su terra rossa. Vi sono molte sorgenti all’ interno dei terreni e l’ acqua è tutta regimentata in modo da non sprecarla e di rendere i terreni non soggetti a frane e smottamenti.

I miei principi e idealità di produttore: Siamo convinti di poter offrire prodotti sani ed il biologico è per noi la strada più giusta per farlo. Oggi in Italia c’è ancora poca sensibilità verso il biologico, per questo teniamo molto al contatto con le persone, ci piace incontrarle spiegare i vini, ci piace ospitarle portarle in vigna, in cantina tra gli ulivi, nei campi di grano e sensibilizzarli sulla responsabilità che abbiamo come agricoltori. la nostra missione e educativa del mangiare e bere sano. La comunicazione e la divulgazione per noi sono molto importanti per far capire il valore del prodotto biologico e di ciò che c’è dietro.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM: contrario

Comments are closed.