Comunicato n.2

Folletto25603 e Leoncavallo s.p.a.

LA TERRA TREMA al LEONCAVALLO

Vini critici e vignaioli autentici, agricoltori periurbani, produzioni agricole di qualità

23, 24 e 25 Novembre 2007 – MILANO

Il 26 novembre 2007 le Mamme Antifasciste del Leoncavallo riceveranno la 12a ingiunzione di sfratto.

Il 23, 24 e 25 Novembre si svolgerà a Milano LA TERRA TREMA al LEONCAVALLO (evento in continuità con “La fiera dei Partcolari/Critical Wine”).
Hanno aderito e saranno presenti alla manifestazione – ospitata dallo Spazio Pubblico Autogestito – oltre cento piccole aziende agricole.
Ottanta vignaioli provenienti da tutta Italia e trenta tra coltivatori e allevatori – di questi, tanti arriveranno dal Parco Agricolo Sud Milano e dal Parco del Ticino – offriranno in degustazione e in vendita a prezzo sorgente i propri prodotti.

Nel corso dell’evento sono previsti assaggi confidenziali, acquisti diretti, momenti pubblici di confronto, interventi di produttori, degustazioni guidate da assaggiatori esperti e appassionati (tra questi, Gigi Brozzoni proporrà la sua degustazione accompagnato dalla performance del liutaio Marco Pisi), incontri con giovani scrittori (Luigi Balocchi autore de Il Diavolo Custode), giornalisti e studiosi (Michele Marziani, Andrea Perin quest’ultimo curatore della nuova edizione di Vietato Vietare di Luigi Veronelli edito da Elèuthera), proiezioni video, concerti, cene a filiera zero (in programma una cena proibita e un menù a base di farine di castagne raccolte da piccolissimi produttori della Lunigiana, essiccate a legna e macinate a pietra).

Il cuore della manifestazione è nel portare a Milano le tracce di un rapporto conflittuale e vivo tra città e agricoltura periurbana; la condivisione di un patrimonio culturale collettivo quale è il sapere enogastronomico; la discussione delle problematiche attinenti il settore agricolo e alimentare.

Sotto il nome de LA TERRA TREMA, si riunisce l’agricoltura critica di qualità.
Oltre le mode, le fiere slow food, il marketing del prodotto tipico studiato ad hoc.

Contadini, allevatori, piccoli produttori resistono quotidianamente alle tonnellate di cemento abitando l’appena oltre la periferia milanese.
LA TERRA TREMA è il desiderio di portare porzioni di queste opposizioni nella metropoli (quelle che Luigi Veronelli avrebbe detto di hackers), è un invito ai guardiani del territorio ad uscire temporaneamente dai propri ambiti e a darsi al racconto delle proprie quotidiane resistenze.
LA TERRA TREMA vuole ricordare che agroindustria e grande distribuzione, ipermercati, grandi centri commerciali, ristorazione prefabbricata, sono luoghi della negazione dei diritti, dello sfruttamento, dell’infima qualità del lavoro, della distruzione dei territori, della omologazione di merci e sapori, l’alienazione dei bisogni e del vivere sociale.

LA TERRA TREMA, come poche altre esperienze in Italia e in Europa, mette insieme la gente della campagna e i centri sociali metropolitani in una provocazione corale che va addosso all’appiattimento dei sapori, dei sensi, del futuro.
A tre giorni dall’ennesimo sgombero, le resistenze periferiche si incontrano: piccoli produttori, Folletto25603 e Leoncavallo s.p.a.

Gli stands dei produttori saranno aperti dalle 15 alle 22.
La loro costruzione è il risultato della collaborazione con la Comunità Cascina Contina, che con il suo laboratorio di falegnameria, l’orto, l’allevamento di animali e altre attività persegue la sfida di una casa d’accoglienza per marginalità diverse come tossicodipendenti, minori, e persone infette da HIV.

LA TERRA TREMA al Leoncavallo – 23, 24 e 25 Novembre 2007 – Via Watteau 7

Milano – Vini e vignaioli autentici, agricoltori periurbani, gastronomie autonome
Folletto 25603 (Abbiategrasso, Mi) Leoncavallo s.p.a. (Milano)

Email: laterratrema@canaglie.org
Sito: www.inventati.org/folletto25603/laterratrema

I ragazzi – per me lo sono – del Leoncavallo ospitano (e qui la parola ha un valore totale dacché non è mossa dal minimo interesse privato) i vignaioli, ripeto, migliori e più conosciuti, e quelli, anche migliori, ma non ancora conosciuti. Ciascuno di loro – e in primis va da sé, i miei lettori ed amici – sono invitati a partecipare. Sarà una fiera del tutto nuova; vi si assaggeranno i vini di ogni parte d’Italia. Festeggeremo la vita”.

(Gino Veronelli, 1a edizione di TL/CW al Leoncavallo, Dicembre 2003)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *