Programma

Sabato 17 giugno 2006

dalle ore 14 – Degustazioni dalla terra

Cascina Ginibissa, Abbiategrasso (mi)
Arioli Achille, Cascina Sega, Ozzero (mi)
Cascina Caremma, Besate (Mi)
Cascina Cirenaica, Robecchetto (Mi)
Massimo Mereghetti e Apilombardia, Inveruno (MI)
partecipano i vignaioli :
Gruppo Vignaioli, San Colombano (Mi), Lombardia
Cascina Besciolo, Valle Bormida, Piemonte
Le Bignele, Val policella(Ve)
Amilcare Alberici, Boretto, Reggio Emilia
Cascina Zerbetta, Quargnento (AL)

ore 16 – Un vignaiolo speciale
Amilcare Alberici ci racconta del suo vino, del suo lavoro e del suo territorio.

Ore 17 – Degustazioni letteraria
A cura della Cascina Forestina, Cisliano (Mi)

Letture di Bonvesin de la Riva (pagina sugli orti milanesi: identita’ rurale della città) e Virgilio (Le Bucoliche) con assaggi di formaggi e insalate locali accompagnate dai vini dell’azienda agricola Piccolo Bacco dei Quaroni, Montù Beccaria (Pv)

ore 18 – Dibattito
Il vissuto e l’immaginabile nel nostro territorio e nella sua attività  agricola .
Vivere e attraversare i territori con un altro sguardo e un’altra progettualità.

Partecipano:
Renata Lovati (Cascina Isola Maria), Niccolò Reverdini (Cascina Forestina), Sergio Bianchi (DeriveApprodi), Andrea Bonini (assaggiatore critico precario), Pino Tripodi (DeriveApprodi), Alice Boni (consigliere comunale), Terra Terra (Forte Prenestino), Follettipazzi (…)

ore 20.30 – Cena a filiera zero
a cura del Circolone dei Contadini esclusivamente con prodotti presi direttamente dai produttori presenti

antipasto di salumi nostrani
riso al gorgonzola, mascarpone e noci
lonza al latte con patate al forno
grigliata di bistecche di coppa e salamelle
verdure grigliate
vino della casa con possibilità di acquistare il vino direttamente dal produttore
caffè e correzioni

prenotazione raccomandata
mail: folletto25603@inventati.org

 

 

Durante la giornata saranno trasmessi video-documentari tra cui:

NO TANGENZIALE
una produzione Folletto25603
città Abbiategrasso

SEA (Societa’ Esercizi Aeroportuali), ANAS (ente nazionale per le strade) & REGIONE LOMBARDIA, Assessorato trasporti e viabilita’ progettano la costruzione di nuove superstrade e l’espansione dei collegamenti esistenti tra MALPENSA, MAGENTA, ABBIATEGRASSO, VIGEVANO-PAVIA e MILANO tracciando linee, sulle carte geografiche, che diventeranno strisce d’asfalto larghe 40 metri e lunghe centinaia di chilometri. Questo riassestamento della viabilita’, che interessa la zona extraperiferica del sud-ovest milanese (Parco Agricolo Sud Milano e Parco del Ticino) modifichera’ pesantemente il territorio in cui viviamo.

Preoccupati per il futuro del nostro territorio guardiamo al problema in termini globali, rifiutandoci di credere che non esistano soluzioni di sviluppo territoriale sostenibili.

Tonnellate di cemento per costruire capannoni industriali, centri commerciali, imprese e impresine dove giovani atipici precari, interinali, immigrati lavoreranno senza diritti, decine di cascine e imprese agricole spariranno o cambieranno lattivita’ abituale, nessuno spiraglio per immaginarsi uno sviluppo sostenibile, zero soluzioni intelligenti al problema della mobilita’ di persone e cose, incalcolabili danni alla salute e alla qualita’ della vita.

IMMACOLATA RIBELLIONE
Da tutta Italia manifestanti per sostenere il presidio attivo da giorni in Val di Susa
autore Candida tv
co-produzione Candida TV – Teleimmagini
email candida@inventati.org
citta’ Venaus

Dopo le cariche a Venaus il 6 dicembre 2005, da tutta Italia arrivano manifestanti per sostenere il presidio attivo da giorni in Val di Susa contro il progetto per il trasporto ferroviario ad alta velocita’ (TAV).

GUSTO CRITICO
autore Teleimmagini
email teleimmagini@insiberia.net
citta’ Bologna

il mercatino biologico del giovedi all’Xm24 i suoi produttori e i suoi frequentatori da terraterra:” quello che mangi nasce dalla t/Terra; incontra chi la coltiva per scoprire di persona cosa e come produce. per sviluppare una critica al consumo e alla distribuzione dei beni che, a partire dalla materialità della produzione agricola offra prospettive e strumenti di circolazione alternativi. :: Per la filiera corta. :: Per la trasparenza e la tracciabilità totale del prodotto, del prezzo, delle relazioni sociali. :: Per l’autocertificazione e il prezzo sorgente. L’obiettivo è quello di dare continuità e stabilità a forme di scambio slegate dalle logiche di mercato, replicabili e adattabili a seconda dei contesti di attuazione e orizzontali nelle modalità di partecipazione e interrelazione. Ma anche ribadire la natura politica di queste forme di scambio alternative e l’importanza di autocostruire la propria qualità della vita senza assecondare modelli di “benessere” preconfezionati. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *