L’autocertificazione si fonda sul principio di responsabilità. Al di là di ciò che prescrivono le leggi, ciascuno ha il diritto e il dovere di indicare l’origine delle materie prime, la loro tipologia, i metodi di trasformazione, di conservazione e di confezionamento usati. Questo diritto-dovere viene spesso negato dalla grande distribuzione che impone il proprio marchio nei prodotti che commercializza espropriando così i produttori anche del loro nome.
L’autocertificazione è un dovere verso la collettività; per poter giudicare la qualità di un prodotto, prima di acquistarlo si ha il diritto di conoscere tutta la filiera produttiva. La qualità non è un insieme di regole e di gusti standardizzati, ma l’ottimizzazione delle relazioni produttive, sociali e ambientali che danno vita a un prodotto. La qualità di un prodotto è espressione della qualità della vita e dell’ambiente da cui esso viene generato. Se un bicchiere di vino appare buono al gusto standardizzato del consumatore, ma deriva da una filiera produttiva infelice (alto impatto ambientale, uso massiccio della chimica, rapporti di lavoro semischiavili) rimane un prodotto pessimo per la sensibilità che il movimento di nuova contadinità produce.

Chiamiamo il Prezzo Sorgente il primo prezzo al quale il produttore vende il proprio prodotto. Il Prezzo Sorgente è quello praticato dal produttore prima di ogni altro ricarico della catena commerciale. Esso evidenzia, con un semplice dato, in etichetta o, nel presente caso, nella Carta dei Vini, i rapporti di produzione e le riappropriazioni che avvengono nella filiera della circolazione dei prodotti. Permette la riduzione della distanza alimentare e la diminuzione della catena produzione-consumo; consente un maggior investimento di fiducia tra acquirenti e venditori di un prodotto ed è il passo decisivo verso la tracciabilità del prezzo oltre a quella del prodotto.

tratto da “Terra e libertà/critical wine. Sensibilità planetarie, agricoltura contadina e rivoluzione dei consumi”,
Ed. Deriveapprodi 2004

Scarica le autocertificazioni da compilare

vino
salumi
riso
ortaggi e frutta
olio
pasta
miele
latte
formaggi
farina
carne
birra

Scroll to top