I sapori della Terra di Mezzo

476

Written by:

la copertina del libro

A due passi da Milano tra Lomellina e Valle del Ticino
di Michele Marziani
Guido Tommasi Editore

 

Ritorna spesso nei ragionamenti di un amico di buon senso: un tempo le civiltà scorrevano lungo i fiumi, oggi sono costrette a muoversi lungo le autostrade.
Se sei nato nei dintorni di Abbiategrasso questo è, in effetti, vero.
Non tanto nelle grandi economie, né nelle questioni politiche, quanto nelle vite dei singoli, nell’esperienza di crescita di ognuno, che il Ticino ha determinato le vite e le culture. Ha istruito e insegnato.
Così è successo e oggi capita di meno. Il Ticino, trascurato e maltrattato, ha lasciato il passo all’indiscutibile valore formativo di autostrade e altri snodi, all’imprinting culturale determinato da ore passate in lunghe file in tangenziale.
Ad ogni modo, qui ad Abbiategrasso, il Ticino è vicino, ne senti forte la presenza, come se fosse un vulcano. Lo leggi nel volti di alcuni, nei colori del territorio, nel suono delle parole.

È uscito in questi giorni, per la casa editrice Guido Tommasi, un bel libro di Michele Marziani che racconta di questo pullulare intorno al fiume Ticino di Abbiategrasso: un libro che racconta di noi, del Folletto25603 e della Terra Trema, di Giorgio Bellati re dei Tesinàtt, di Luigi Balocchi, del gorgonzola, delle miriadi differenze tra i pesci, delle rane e dei gamberi di fiume, delle campagne e delle cascine che crollano tra i campi, del riso, delle ricette d’infanzia che a volte qualcuno ancora regala a pochi fortunati o agli avventori del proprio ristoro (mamma Lucia e Cascina Caremma), un libro che racconta dei nostri agricoltori, quelli de La Terra Trema (Sandro Passerini, Luca della “Selva”, Renata, Dario e Simone dell’Isola Maria, Gabriele Corti) e dei nostri eroi, Luigi Veronelli e Gianni Brera.

L’uscita di questo libro ci sta a cuore perchè Michele l’abbiamo accompagnato per un bel pezzo di questo viaggio tra Lomellina e Valle del Ticino.
Gli abbiamo fatto incontrare agricoltori e narratori, uomini che del fiume azzurro hanno raccontato un passato di glorie e di abbondanza; uomini e donne che resistono oggi alla conquista di asfalto e cemento, con l’amore per il proprio lavoro, con la fatica e la tensione di rischiare il tutto per tutto. A poco più di 25 kilometri da Milano.
In questo libro c’è tanto di quanto ci ha spinto a dare vita a La Terra Trema. Molto di quello che siamo.

Milano metropoli, l’agroindustria, l’Expo 2015, la green economy, Petrini e slow food sono un’altra storia.

Last modified: 7 Settembre 2018

Comments are closed.